Pink Noises tutte le frequenze del suono

Due giornalisti, un fotografo e un’illustratrice.

Compulsivi ascoltatori di musica e ossessivi fruitori di live. Migliaia di concerti vissuti. A volte insieme. Spesso in trasferta. Sempre sotto il palco.

Quattro persone che hanno voglia di raccontare, di fotografare e di condividere.
Perché se è vero che Pink Noises è una testata giornalistica, è altrettanto vero che rappresenta una comunità di amici che costruisce e vive ogni giorno “tutte le frequenze del suono”.

Pink Noises tutte le frequenze del suono è un magazine dedicato alle emozioni, ai passaggi, alle distorsioni, al rumore che diventa arte.

Pink Noises, tutte le frequenze del suono

Il nuovo magazine on line che racconta, per immagini, la musica 

Pink Noises, tutte le frequenze del suono è uno spazio, esclusivo e mai escludente, dove incontrare il lato umano e intimo delle e degli artisti: un punto di vista, appassionato e senza filtri per azzerare le distanze tra arte e fruitore, per creare un contatto diretto tra lettore e artista. La linea editoriale è fortemente orientata al visual. Una grammatica per immagini che trasporta il lettore sulla scena dei “live” e che narra, con la puntualità della cronaca, gli eventi artistici senza tralasciare l’aspetto emotivo, emozionale ed emozionante. Perché nasce una canzone? Perché quel personaggio dice quella battuta? Perché quella vignetta è stata disegnata proprio così?  Il nostro racconto, attraverso reportage fotografici e video, podcast e illustrazioni, diventa una vera e propria indagine emotiva sul processo creativo.  “Tutti noi nasciamo come compulsivi partecipatori di live. Non scriviamo recensioni ma ci atteniamo alla cronaca dell’evento, senza dimenticare qual è il motivo che spinge le persone ad uscire di casa, pagare un biglietto e andare in un palazzetto, in un teatro, in una galleria o in un locale. Forse a spingerli è la voglia di esserci e quello che spinge noi è che vorremmo che, insieme a noi, godessero di questo privilegio di partecipazione più persone possibili”.

Il ‘rumore rosa’ è l’elemento capace di comprendere tutte le frequenze del suono: Pink Noises, tutte le frequenze del suono omaggia questo concetto fin dal suo nome rendendo l’utente/il pubblico protagonista di un concerto, di un disco, di un libro, di un fumetto. I nostri canali si fondano su una narrazione informale degli eventi nel momento stesso in cui accadono, senza tralasciare, anzi esaltandone, l’aspetto giornalistico. 

Pink non vuol dire focalizzarsi su un genere, è un’attitudine a raccontare il femminile nell’arte e nella musica. Amplificare il volume delle frequenze più basse, spesso escluse dall’informazione mainstream e rendersi collettori di tutti i nuovi rumori e movimenti creativi. Noises per i rumori che diventano matrice di tutti suoni e prospettiva dei nostri racconti. “La nostra testata vuole essere un rumore in grado di generare domande e riflessioni e capace di aprire nuove prospettive. È proprio in ‘tutte le frequenze del suono’ che è esplicitata la natura di questo progetto. L’obiettivo è creare una testata che non risponda ai meccanismi noti e che fuoriesca dal coro uniforme e dal rumore indistinto che spesso non lascia spazio a tutte le frequenze del suono”.

Pink Noises, tutte le frequenze del suono è un magazine dedicato alle emozioni, ai passaggi, alle distorsioni, al rumore che diventa arte.