Il 25 Aprile dell’Angelo Mai

La Festa della Liberazione come punto di partenza di un processo politico, morale e sociale finalizzato ad un “disarmo” globale. L’Angelo Mai di Roma ha celebrato il 25 aprile con un maxi-concerto intitolato “Disarmo”.

La musica è diventata uno strumento di pace, resistenza, tolleranza. La ricchissima line-up ha visto alternarsi sul palco Giovanni Truppi, Andrea Satta e Giorgio Maria Condemi, Angela Baraldi, Bob Angelini, Carlo Martinelli, il Collettivo Angelo Mai, Corasan, De Rubertis, Diana Tejera, Pino Marino, Vera Di Lecce, Mirkoeilcane, Dellera che con Daniele Fiaschi, Lino Gitto e Fish hanno proposto una cover incendiaria di “War Pigs” dei Black Sabbath.

Rachele Bastreghi ha proposto “Come Harry Stanton” e “Psychodonna”, due fra i brani più potenti del suo ultimo album “Psychodonna”.

A chiudere il set live, prima del dj-set delle Playgirls From Caracas, è stato Francesco Forni che ha presentato in una versione full band alcuni brani del suo ultimo album “Una sceneggiata”.

Altre storie
Rewriters Fest: un nuovo alfabeto per narrare il mondo