Rock the Halloween

Ultimo aggiornamento:

Halloween è, probabilmente, dopo Natale la festa che ha ispirato di più la musica rock. Zombie, streghe, killer, pazzi e anche orrori interiori sono i protagonisti di questa video-playlist orrorifica!

Ad inaugurare queste macabre danze è il capostipite dell’horror rock, Alice Cooper che in “Welcome to My Nightmare” racconta gli incubi di un bambino di nome Steven, che diventerà protagonista di altri suoi 5 album

Alice Cooper – Welcome to My Nightmare

Proseguendo su questo filone non possono mancare i “padrini” del punk a tinte nere: i Misfits. In realtà, gran parte della loro discografia potrebbe entrare di diritto in questa playlist, ma dovendo fare una scelta dettata dal nome non si può prescindere da “The Night of the Living Dead”, ispirata al film di Romero del 1968, capostipite del horror moderno.

Misfits – The Night of the Living Dead (immagini tratte dall’omonimo film di George Romero)

Il punk è forse il genere musicale che più si è divertito con l’immaginario legato ad Halloween. E i Ramones non potevano farsi sfuggire quest’occasione. La loro “Pet Sematary” è ispirata al libro del Re Stephen King, ed il video è in puro stile ramonesiano: ironico, surreale, kitsch e divertente.

Ramones – Pet Sematary

Halloween è anche la festa delle streghe, dei sabba, degli incantesimi malefici…e dei Black Sabbath, forse il gruppo che più si è avvicinato a descrivere l’orrore (esteriore ed interiore). La scelta nella discografia dei padri del metal è durissima (limitandoci per un atto di fede soltanto a quella con Ozzy Osbourne), ma forse “Sabbath Bloody Sabbath” è la canzone che più di tutte riassume lo spirito inquietante ed inquieto della band.

La regina del dark Siouxsie, senza molti giri di parole, ha deciso proprio di intitolare una canzone “Halloween”. Il giro di basso in loop e la sua voce distaccata rendono questo brano sottilmente “creepy”. E la ripetizione di “trick or treat” (dolcetto o scherzetto) ha il tono di una nenia per bimbi-zombie.

Siouxsie and the Banshees – Halloween

Nel corso degli anni l’immaginario legato ad Halloween si è notevolmente allargato: ai “classici” zombie, streghe e vampiri si sono affiancati anche umanissimi serial killer e sadici assassini. E nessun gruppo come i Talking Heads è riuscito a descrivere in maniera così cruda, cinica e realistica questa figura.

Talking Heads – Psycho Killer

Halloween ha anche ispirato canzoni laceranti e poetiche. L’oscurità di questa festa è stata, ad esempio, di ispirazione per “Halloween Parade” di Lou Reed, una riflessione sul passato e sulla perdita di magia causata dalla morte di una persona cara.

Lou Reed – Halloween Parade

Il simbolo per eccellenza di questa festa sono le zucche. Quindi, anche se non hanno realizzato espressamente una canzone dedicata ad Halloween, non è possibile esimerci dal citare gli Smashing Pumpkins. In fondo, Billy Corgan, James Iha e D’Arcy nel video di “Ava Adore” sono degli adorabili vampiri…

Smashing Pumpkins – Ava Adore

In Italia Halloween è diventato un fenomeno di costume soltanto di recente, ma esiste una band che già nel 1978, aveva non soltanto tratto ispirazione dalle tinte dark di questa festa, ma realizzato per intero la colonna sonora del film “Zombi” di George Romero. Si tratta, ovviamente, dei Goblin capostipiti dell’horror in musica nel nostro paese.

Goblin – Zombi
Altre storie
Irene Ghiotto: SuperFluo, quindi necessario