Linfa: il profilo di un quartiere romano

Il 29 marzo, per 24 ore, è disponibile su Vimeo lo streaming integrale di “Linfa” il documentario di Carlotta Cerquetti che racconta la linfa vitale che nutre il quartiere Pigneto di Roma

Il Pigneto come Linfa vitale

Abitare un posto, in questi giorni di distanze e di prevenzione, diventa una sfida durissima.

Abitare gli spazi, i luoghi che hanno cambiato odore, anche se temporaneamente, è straniante.

Ed è prezioso riaprire la finestra e riconoscere un quartiere che si è scelto come casa. Il Pigneto è stato una casa da arredare per molti di noi. Un esperimento sociale ante litteram dove le necessità individuali si sono confuse con un profilo collettivo dal forte profumo artistico.

Carlotta Cerquetti, con il suo documentario apre un varco tra quello che era e quello che sarà. Oggi, disponibile per tutti, un racconto documento che apre a riflessioni ancora più urgenti su quello che resisterà alla fine di questa quarantena.

Il Pigneto è un piccolo spazio incastonato tra Porta Maggiore e Torpignattara dove fare arte è un atto generoso che ha creato una colla e una rete vitale per chi lo abita.

Una rete di possibilità umane e resistenze. Una rete di esistenze che si confondono e mischiano. Un fare che diventa spazio da vivere e un’azione resistente che è la linfa vera del Pigneto.

Linfa
Il cast di Linfa

Il quartiere raccontato da Carlotta Cerquetti attraverso alcune delle sue abitanti è di fatto un immenso teatro sociale dove gli abitanti storici vivono quotidianamente le trasformazioni in atto di un posto che è in continuo divenire. Tutte le protagoniste intervistate: Lola Kola, MariaViolenza, Lady Maru, Le NoChoice, Lilith Primavera, Industria Indipendente, OpaOpa aka Invasioni Balcaniche, Silvia Calderoni raccontano una storia d’arte strettamente connessa al quartiere.

L’anima punk di una generazione che ha dovuto lottare contro gli sguardi della gente per affermare il proprio diritto ad essere se stessa.

E che ha trovato un rifugio dove non ci sono regole o convenzioni sociali diverse da quelle dell’accoglienza e della vicinanza umana.

Carlotta Cerquetti sul red carpet

Un racconto al femminile

Il racconto della Cerquetti si concentra sul fronte femminile del movimento artistico che percorre il Pigneto, E racconta di ragazze e di donne che sono fuggite dalle convenzioni. Da una concezione rigida del concetto di genere, inteso non solo come orientamento sessuale.

Donne fuggite da madri leonesse, da piccoli paesi di provincia o dalla repressione politica che non potevano fare ed essere quello che volevano essere.

Quel “fare” che al Pigneto trova sempre il suo spazio e che crea dinamiche ed interazioni preziose.

Quel “fare”, che sia arte, musica o teatro che è la realizzazione delle vite delle sue protagoniste. Donne che non inseguono il successo ma per cui è un successo poter dare sfogo alla propria creatività.

E che come linfa trasportano energia e vitalità nelle loro vite e nel loro quartiere. Una linfa che contagia chiunque frequenti quelle strade, respiri quell’aria, trasformandolo in portatore sano di passione artistica.

Altre storie
Diana Tejera live ad Effimera