Lucio Corsi live: se sarò polvere che sia da sparo

Ultimo aggiornamento:

Pian(e)ti per dimenticare gli errori del passato, echi radio lontanissimi, piante carnivore parlanti, voci che gracchiano la richiesta di un aiuto, file di astronavi che attendono un atterraggio, alieni in coda agli autogrill, astronavi giradisco che fanno risuonare l’ultima hit prima della fine dell’universo o dell’inizio di una nuova esistenza. E quei chiodi che non riescono più a fissare la trama del cielo, che crolla sulla terra.

Luci Corsi live al Monk -La bocca della verità

Sogni o realtà distorte? Lucio Corsi con il suo ultimo album “La gente che sogna” ha proposto un campionario distorto, sghembo e tenerissimo di immagini e personaggi naif, di visioni ad occhi aperti e bocca spalancata, di fantasie ingenue e crudeli. Il suo live, del quale presentiamo degli estratti realizzati al Monk, è uno specchio glam, un viaggio fra luci abbaglianti ed ombre diafane.

Lucio Corsi – Freccia Bianca

Un concerto nel quale gli uomini cercano di ricomporre i propri pezzi e ricostruire il puzzle di una vita trascorsa a cercare le stelle e a rincorrere la verità da bocche che finiscono per mangiare le proprie mani. Un live che annulla ogni certezza e che porta a chiedersi se a mentire sia la realtà. Lucio Corsi continua a guardare oltre allo spazio visivo, a proiettarsi e proiettarci in una dimensione fantastica. Ad osservare le stelle e chiedersi chi le navighi. E per farlo non è necessario chiudere lo sguardo, ma aprirlo. Credere a quello che si immagina. “Basta credere agli occhi, credere agli occhi anche quando si chiudono”.

Lucio Corsi – Amico vola via

Altre storie
Palazzo di Giustizia: nelle viscere dei tribunali con Chiara Bellosi