Romics – Il volto del fumetto e degli anime

Le mille anime dei cosplayers

Amare così tanto un personaggio da incarnarlo, fino nei minimi dettagli. Maschere, cerone, trucco, ali di cartapesta, spade, costumi. Il cosplayer non indossa una maschera, è la sua maschera. Non interpreta un fumetto, è il fumetto. Non guarda gli anime, è un anime.

Realtà e fantasia, tavole, animazioni e vita, nel cosplayer si congiungono e diventano arte ed immaginazione, lavoro e tecnica. E il mondo ideale per chi vuole, per qualche giorno, diventare protagonista delle storie che ama sono i festival del fumetto. Ottobre è il mese per eccellenza con la “combo” (mai termine fu più adatto…) Romics/Lucca Comics And Games.

Il mese comincia con Romics, il festival del fumetto di Roma alla sua XXVI edizione, che ha ospitato le selezioni internazionali per il World Cosplay Summit 2020 di Nagoya e per l’EuroCosplay 2020 di Londra. Ad aggiudicarsi la partecipazione alla convention giapponese sono state Martina Mottola e Flavia De Benedetta che hanno impersonato Devil Kazumi e Alisa di Tekken VII. “Martina Kazumi” e “Flavia Alisa” per raggiungere Roma da Napoli hanno noleggiato un furgone con il quale hanno anche trasportato una gigantesca tigre bianca di peluche. A rappresentare l’Italia a Londra sarà, invece, Maria Teresa Salvatore che si è aggiudicata il premio per il personaggio dell’Inquisitrice tratto da Warhammer 40.000.

L’infinito mondo dei cosplayers

Da Naruto a Joker, dalla tecnologia retro-futurista steampunk a selvaggi killers come Leatherface, per arrivare agli intramontabili personaggi Marvel e alle sempreverdi principesse Disney.

Il mondo dei Cosplayers che si è presentato al Romics è sfaccettato, multiforme, folle, fantasioso ed umanissimo.

Ogni possibile top-ten non renderebbe giustizia all’impegno di settimane, ed in alcuni casi di mesi, per realizzare abiti e maschere, per rendere credibili movenze e posture.

È possibile, però, stilare una classifica dei personaggi e dei generi più gettonati dagli appassionati di travestimenti. Al primo posto figurano senz’altro i personaggi di anime e manga con Naruto che batte ai punti per quantità di cosplayers Dragon Ball. I personaggi Marvel vedono una vittoria senza storie di Spider Man, mentre fra i DC Batman viene surclassato da Joker. La versione preferita dai fan dell’antagonista dell’uomo pipistrello è a sorpresa quella di Jared Leto in Suicide Squad.

Un altro classico molto gettonato è rappresentato dalla ciurma de “I pirati dei Caraibi” che, però, viene surclassata sotto il profilo quantitativo dagli appassionati dello steampunk. I cowboys e le cowgirls retro-futuristi rappresentano la vera sorpresa di questo Romics sia per numero, sia per grado di complessità dei costumi.

Una menzione speciale va a due cosplayers originalissimi: l’alter ego di Don Matteo (con tanto di bicicletta al seguito) e la sorridente famiglia Manson. Il diavolo e l’acqua santa a due passi di distanza. In fondo, non esistono limiti alla fantasia…

Altre storie
Awa Fall Words Wisdom
Awa Fall: Words of Wisdom tour all’Alcazar di Roma