I diritti sono uno spettacolo. Non mettiamoli in pausa durante Sanremo

Ultimo aggiornamento:

Un tasto play rosa e uno pausa nero. Il suono non si ferma, non si può fermare. Nella serata delle cover irrompe a Sanremo la campagna “I diritti sono uno spettacolo. Non mettiamoli in pausa“. Il simbolo, una spilla indossata dagli artisti in gara, è stato lanciato sui social da Fedez. Il testo del progetto è una presa di coscienza dell’attuale situazione culturale italiana:

“Lo spettacolo dal vivo è un settore che da tempo necessita di una riforma strutturale e di un cambio di percezione volto a riconoscerne il valore culturaleproduttivo – in termini economici e occupazionali – e sociale – come elemento di aggregazione di città, province e periferie.

La pandemia è stata e continua a essere per il settore culturale un acceleratore di consapevolezza: senza un intervento definitivo e il più possibile unitario, le conseguenze di questa crisi saranno drammatiche e avranno ricadute insostenibili sulla vita dei lavoratori, sulla salute dell’intero settore e sul PIL del nostro paese. 

In questi lunghi mesi caratterizzati dallo stop forzato delle attività culturali abbiamo preso atto che teatri, cinema, live club e spazi culturali, nonostante si siano dimostrati luoghi sicuri, sono costantemente considerati attività produttive sacrificabili. Avvertiamo sempre più forte quanto questo settore abbia bisogno di essere compreso e considerato dalle istituzioni per poter ottenere un riconoscimento economico e sociale.

È passato un anno. Non c’è più tempo. 

Altre storie
Ginevra Nervi – Annihilation: l’armonia che annienta il silenzio