Venerus: Il volo dei pensieri e della musica

Ultimo aggiornamento:

Un brano sognante, leggero come gli sbuffi di una nuvola o come un soffio di vento in una giornata torrida. “Ogni pensiero vola”, l’ultimo singolo di Venerus coprodotto da Mace, anticipa “Magica Musica”, l’album di debutto del cantautore in uscita il 19 febbraio.

“Ogni pensiero vola” oltre le fauci dei mostri

“Lasciate ogni pensiero voi ch’intrate”. Un avvertimento minaccioso e furente, disperato ed annichilente. Le ultime livide parole prima di lasciarsi ingoiare dalle fauci di un orrore (ultra)terreno. Questa iscrizione era inizialmente impressa sulla bocca de L’Orco di Bomarzo, il monumento simbolo del “Giardino incantato”, edificato per volere del Principe Orsini, accecato dalla follia dopo la morte della moglie. Un messaggio che rimandava all’Inferno dantesco e che, ancora è oscura la ragione, nel corso del tempo è stato sostituito da un’altra frase: “Ogni pensiero vola”. Quasi a voler allontanare lo sgomento e la follia di chi decideva di abbandonarsi nelle fauci dell’Orco, come se l’interiorità potesse contrastare quello che al corpo era impossibile.

Ed è proprio rievocando questa storia oscura fatta di speranze perse e pensieri dissolti nell’aria, che Venerus ha deciso di intitolare il suo nuovo singolo “Ogni pensiero vola”.

Ricordo nitidamente quando lessi per la prima volta queste parole sulla bocca del mostro e dentro di me si allinearono gli astri“.

Un allineamento di astri che porta ad un mondo lontano, onirico e psichedelico. Una realtà magica nella quale volare per sottrarsi alle fauci dei mostri. Venerus, accompagnato da una produzione leggera e sognante, invita i nostri occhi a chiudersi, ci esorta ad abbandonare i confini del corpo e a guardare in maniera “pura”, senza alcun preconcetto terreno, quello che ci circonda.

Cerco nuove strade per uscire da me

Per superare ogni mio limite

E scoprire un po’ al di fuori che c’è

Un viaggio senza conoscere la meta finale e senza disporre di mappe che possano rendere più chiaro il percorso. Il viaggio di un pensiero verso il cuore di una “magica musica”.

Altre storie
Asia Ghergo: quei bambini elettrici in bilico fra paura e meraviglia