Populous: bisogna educarsi al rumore per trasformarlo in arte

Ultimo aggiornamento:

Un disco “liquido” nel quale la “Stasi” si trasforma in estasi, un dj set infuocato sul palco di Villa Ada Roma Incontra il Mondo. Populous, uno dei più importanti producer e musicisti elettronici italiani, usa la musica come rimedio ed antidoto. “Credo che la musica sia da sempre curativa – ci racconta -. E’ una necessità per tantissime persone, un rifugio nel quale ripararsi soprattutto in periodi come quello che abbiamo vissuto”. Il suo ultimo album “Stasi” è un’opera onirica, densa di suoni fluidi e sfumati, mentre il suo dj-set è rumoroso e vitale. Due volti che si sovrappongono e si fondono, proprio come musica e rumore. “Il rumore può essere un suono e il suono può essere un rumore. Bisogna essere educati al rumore per trasformarlo in arte”.

Altre storie
Lina Ben Mhenni: tunisian girl