#suonateacasa: Alice Robber Live

#suonateacasa, il primo Phone Festival italiano, che ha ospitato quasi 40 artisti, si conclude con la performance di Alice Robber e il suo meltin’pot di dream pop ed elettronica. Una commistione che la rende un’artista unica nel panorama musicale attuale

#suonateacasa: l’elettronica che diventa una dimensione interiore

Mondi interiori che si plasmano attraverso suoni, melodie che prendono forma, si sciolgono e ricompongono. Un tappeto sono elettronico che tratteggia, disegna, ma non rinuncia a graffiare. Alice Robber chiude #suonateacasa con una versione delicata, fragile ed emozionante della sua “7pm”.

#suonateacasa
#suonateacasa

Il percorso musicale di Alice Robber ricorda e rievoca i vortici emozionali della sua musica: dagli studi classici e jazzistici, l’artista approda al mondo della musica elettronica grazie all’incontro con due produttori come Leila Bahlouri e Federico Leo. Le atmosfere di Alice sono l’espressione di un mondo interiore crudo, privo di maschere. Un paesaggio che si riflette in una sottile malinconia in grado di sedurre e far riflettere.

Altre storie
La pancia è un cervello col buco: storie di donne raccontate da Gabriella Martinelli